UNA “LASAGNA SOSPESA”, IL DONO DI NATALE PIÙ BUONO

FuoriLiceo

di ALICE GEREVINI – Cappuccio e brioches oppure un caffè, un succo e una ciambella: 3.20 euro, il prezzo medio di una colazione al bar, che possono diventare un piccolo spiraglio di luce nella vita dei più bisognosi. Planeat.eco è una piattaforma web innovativa e una società benefit che dal 2020 propone un nuovo metodo di fare spesa sostenibile, a prezzi accessibili e combattendo gli sprechi alimentari; quest’anno l’azienda, nata da un’idea di Nicola Lamberti, fondatore di 7Pixel e Trovaprezzi, coinvolgendo sia enti privati che aziende che vogliono portare calore, vicinanza e un buon piatto a chi non ce l’ha, propone di offrire un “piatto sospeso”, ampliando la tradizione napoletana del “caffè sospeso” (lasciare una tazzina pagata al bar perché possa essere consumata da chi non può permettersela): si tratta di una lasagna artigianale, da circa 300 grammi, che può essere acquistata (poi messa nei pick-up dell’azienda così da evitare spese di spedizione: se vuoi donare CLICCA QUI) che verrà consegnata ad uno sconosciuto che si trova in difficoltà o il giorno di Natale alla Stazione Centrale di Milano, in collaborazione con FoodForAllCharity, o a Pavia  attraverso la comunità “Casa del Giovane”, la sera dell’ultimo dell’anno. Lo stesso accade con altri piatti, bevande o una spesa da consumare in un secondo momento: da pochi mesi infatti è stato creato un servizio di piatti pronti che propone pietanze fresche, sane e sostenibili a prezzi accessibili per aziende e studi professionali. Alla vigilia di Natale le “lasagne sospese” già acquistate e pronte per essere donate sono quasi 1500, ma la vendita online continuerà anche nei prossimi giorni.

La schermata del sito planeat.eco da cui è possibile acquistare e donare un pasto sospeso

Don Dario Crotti, cappellano del carcere di Pavia e vice-responsabile della Casa del Giovane di Pavia, organizzazione che nasce per dare ospitalità ai giovani con problemi di tossicodipendenza, è in prima linea nell’aiuto a chi ha bisogno: “Dal punto di vista stretto di chi dorme fuori non ci pare ci sia stato un incremento, le persone che facevano parte dell’area della emarginazione sono più o meno quelle… Si nota qualcuno uscito dal carcere che fatica a trovare una sistemazione, ma i numeri sono quelli; la percezione invece è che ci sia l’aumento di persone che faticano ad arrivare a fine mese e chiedono, ad esempio, sostegno alimentare. È poi peggiorata molto la ‘povertà educativa’, abbandoni scolastici che colpiscono notevolmente la fascia adolescenziale”. 

E proprio parlando di giovani don Dario ha esaltato la forza propulsiva che hanno per la sua associazione: “Una cosa bella che mi piace sottolineare di Pavia è che essendo una città universitaria molti ragazzi vengono coinvolti in realtà come la nostra. Vanno solo accese un po’ le occasioni, non abbiamo mai avuto problemi di scarsi numeri: sono 59 i ragazzi  che vengono a turno in carcere, un bel gruppo che ogni mercoledì sera viene al dormitorio per incontrare i senzatetto, mentre altri danno lezioni di italiano ai richiedenti asilo. si crea sempre più un senso di appartenenza non sono più semplici sconosciuti, ma diventano volti amici”. E per questo Natale sarà proprio la società civile, tra giovani volontari e l’importante intervento di Planeat, ad aiutare tanti bisognosi. Dalla sua creazione, avvenuta a fine 2020, l’azienda ha gestito oltre 20.000 ordini, ha venduto oltre 1 milione di porzioni di cibo, servendo 130.000 pasti in azienda e “salvando” 17 tonnellate di cibo.. La società combina agli obiettivi di profitto lo scopo di avere una influenza positiva sulla società e sulla biosfera. Attraverso il sito e tramite l’app, che uscirà a breve, gli utenti hanno l’opportunità di fare la spesa alimentare in modo semplice e veloce, iniziando dalle ricette e ricevendo a casa tutti gli ingredienti necessari per la preparazione, pesati e divisi in contenitori compostabili, che successivamente verranno sostituiti da contenitori lavabili e riutilizzabili. Il meccanismo è quello di un’organizzazione che permette di ottimizzare risorse, riducendo sprechi di tempo ed energia e impattando sempre meno sull’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *