TG DA SOGNO, PER IL VIDA ARRIVA LA VITTORIA-BIS

Tra i banchi
Filippo Giazzi negli studi di Cremona1, poco prima dell’inizio della registrazione del TG da SOGNO 2022

di ANGELICA ZANACCHI SALTI – È vero, ci possono essere eccezioni, ma l’impegno e l’originalità sono sempre premiati. Lo conferma il risultato raggiunto dalla redazione di Terza Pagina nel Tg da Sogno 2022: l’idea di cimentarsi nella produzione di un telegiornale l’anno scorso aveva elettrizzato i collaboratori del giornale a tal punto di accettare la sfida e di riprovarci anche quest’anno. 

Direttore e collaboratori hanno infatti deciso di iscriversi nuovamente al concorso indetto dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna (BPER Banca) proposto dal sito di Educazione Digitale. Il regolamento era chiaro: ideare un ipotetico notiziario televisivo in onda nell’anno 2038. L’obiettivo del concorso era  infatti quella di spronare gli studenti a immaginare un mondo migliorato grazie ad una più sostenibile ed attenta gestione delle risorse, in particolare di quelle finanziarie. Ai partecipanti era richiesto, perciò, di creare un telegiornale immaginario composto da tre servizi  che riguardassero lo sport, la tecnologia  ed l’attualità. Il tutto in soli 4 minuti, con l’ulteriore vincolo che ciascuna notizia ideale venisse  collegata al processo finanziario sostenibile ed etico che l’ha resa possibile.  

Dopo aver deciso in riunione di partecipare, ad un solo mese dalla scadenza, gli studenti del Vida si sono subito messi all’opera e, dopo essersi divisi in piccoli gruppi, hanno tentato di elaborare le migliori notizie, confrontando idee diverse e lavorando in squadra. La redazione ha optato per una struttura telegiornalistica classica, ma che allo stesso tempo fosse comprensibile e d’impatto per la giuria. Fondamentale la scelta degli ospiti e del conduttore, la ricerca e la produzione di immagini, l’organizzazione di stand up e la stesura della scaletta e delle interviste. Grazie all’adesione a questo progetto, gli studenti si sono immedesimati in veri e propri giornalisti tv, inviati, reporter e conduttori. Un’esperienza, per i giovani redattori, importantissima. 

Il “TG DA SOGNO 2022”, ambientato nel futuro 2038, è stato affidato alla conduzione di Filippo Giazzi e si è aperto con un focus sull’attualità con un servizio ideato e firmato da Francesco Gamba, basato sull’operato del cremonese Nicolò Govoni nel progetto STILL I RISE in India, con l’istruzione gratuita e la salvaguardia dei minori come tematiche protagoniste. Il secondo servizio si è basato sull’ambiente: al centro la realizzazione del progetto OCEANS CLEANUP dell’ingegnere olandese Boyan Slat, ideatore di un’imbarcazione capace di raccogliere i rifiuti dell’immensa isola di plastica dell’Oceano Pacifico. Nel testo ideato da Sveva Nolli il traguardo era ormai ad un passo e la partenza dell’ultima imbarcazione dal porto di Cremona è stata introdotta da un (finto) collegamento dal porto canale di Alice Quattrone.

Un momento del backstage del Tg da Sogno 2022

Il  telegiornale ideale si è poi concluso con l’intervento della cremonese e campionessa di canottaggio Valentina Rodini per la categoria “sport”: la voce di Serenella Nigro ha raccontato di come la città di Cremona avesse ottenuto di ospitare i mondiali di canottaggio, attraverso un’innovativa opera di pulizia del Po, e di come l’olimpionica di Tokyo 2020 fosse diventata nel frattempo c.t. di una Nazionale azzurra data per favorita.

Grazie al direttore di Terza Pagina, Patrizio Pavesi, i collaboratori hanno avuto anche  l’occasione di registrare e montare il TG direttamente nello studio di Cremona 1 e, dopo settimane di lavoro e di attesa, qualche giorno prima della fine dell’anno scolastico è arrivata la notizia della vittoria del Liceo “Vida” per il secondo anno consecutivo. Insieme alla scuola cremonese, tra gli istituti di secondo grado, sono stati premiati anche la 5a H dell’I.P.S.S.C.T. L. “Einaudi” di Ferrara e la 3a C del “E. Duni – C. Levi” di Matera.  . 

La giuria del concorso ha così premiato la creatività ed immaginazione con la fornitura di nuove attrezzature di registrazione tra cui una macchina fotografica  e dei microfoni che, seppur indirettamente, aiuteranno a coltivare la passione per  giornalismo e la televisione condivisa da tutti i collaboratori di Terza Pagina. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *