DON MAZZOLARI, UNA PRIMAVERA CHE RITORNA

Arte&Cultura Eventi

di LORENZO CERIOLI – Immaginate di trovarvi rinchiusi in una stanza della vostra stessa casa, senza possibilità di comunicare con il mondo esterno, che visionate solo grazie ad una piccola finestra, nascosti da chi cerca di uccidervi per le vostre idee. Era questa la difficile situazione in cui era costretto a vivere don Primo Mazzolari, parroco di Bozzolo nato a Cremona e narratore del “Diario di una primavera”, scritto durante i mesi in cui dovette vivere completamente segregato nella sua stessa canonica, all’insaputa di tutti, in particolare delle brigate nere che lo cercavano incessantemente. Solo dopo la Liberazione poté tornare ad uscire allo scoperto, ma la sua segregazione non diventò prigione del pensiero in quanto il suo sguardo sul mondo fu sempre vigile e appassionato. 

La copertina della nuova edizione di “Diario di una primavera”

Il 25 febbraio, a partire dalle 17, presso la Sala dei Quadri, gentilmente allestita dal comune di Cremona, si terrà una presentazione della nuova edizione critica del libro di don primo Mazzolari, a cura di Idelbrando Bruno Volpi e Enrico Garlaschelli (EDB 2020), che consisterà nella lettura dei passi più significativi e di un commento a cura del professor Matteo Truffelli, docente di storia del pensiero politico all’ Università di Parma.

La lettura dei capitoli più toccanti e importanti del libro sarà affidata alla classe quinta del Liceo classico Vida di Cremona che, grazie all’aiuto di Don Umberto Zanaboni, ha svolto un lavoro di ricerca, approfondimento e riflessione riguardo il contenuto di questo diario.  

Per il suo rifiuto dell’esaltazione della guerra e del militarismo, in questi giorni più che mai il “parroco d’Italia” ha ancora da insegnare ai giovani (e non solo) la sua forte idea di pace unita al disprezzo per la guerra e alle sue inutili atrocità, e trasmettere le sue doti di promotore del dialogo e di riconciliazione.


Programma

Ore 17:00   Saluti delle autorità

Ore 17:15   Diario di una primavera

                   Presentazione e letture a cura della classe 5^ del Liceo Classico Vida di Cremona

                   Commenti del prof. Matteo Truffelli (Univ. di Parma)

Ore 18:15   Conclusioni a cura di don Luigi Pisani, parroco di Bozzolo e vicepresidente della Fondazione “Don Primo Mazzolari”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.