IL DECALOGO (O QUASI) DEL FUMETTO

Arte&Cultura

di BEATRICE NOBILE – Che sia di avventura, giallo o romantico, il fumetto è sempre più popolare, non solo tra i giovani, ma anche in pubblico di cultori maturi. Ma quali sono gli elementi fondamentali per un buon fumetto? Sicuramente una trama solida e dei personaggi facilmente riconoscibili e ben caratterizzati. A differenza di quanto si creda, non è essenziale essere dei disegnatori straordinari: l’importante è riuscire a comunicare le giuste emozioni e rendere chiare le scene. Per il resto più lo stile è unico più il fumetto sarà originale.

Uno dei modi più popolari tra i giovani per avvicinarsi all’arte del fumetto è quello dei manga (i fumetti giapponesi), caratterizzati da una particolare cura nella resa delle espressioni. Si tratta di un buon punto di partenza per sviluppare poi uno stile proprio. Ma come creare un fumetto?

La prima fase è quella dell’ideazione. Innanzitutto è importante avere chiara storia e ambientazione, il tono dell’opera e a che pubblico indirizzarla. Può essere una buona idea annotarsi tutti i dettagli importanti da tenere a mente per la realizzazione della storia e disegnare degli schizzi dei personaggi, in modo da potere avere sempre sotto mano una scheda di riferimento per velocizzare il lavoro e renderlo più accurato. Un altro passaggio consigliabile è la scrittura di un copione, sulla base del quale adattare poi le scene.

Lo schizzo è la seconda fase. Una volta ottenuti tutti gli elementi sopra citati, si passa alla realizzazione di un bozzetto approssimativo, in modo da avere un primo sguardo generale sulla resa del fumetto. Poi si passa al terzo step, quello dell’inchiostrazione: se quanto disegnato sembra andare bene, è tempo di ripassare gli schizzi di scene e layout a inchiostro. Il passaggio seguente è la rifinitura, in cui (completato lo scheletro dell’opera) si rendono ombre, sfumature e dettagli oppure lo si colora. La quinta fase è quella dei testi: se si disegna su carta conviene scansionare le pagine e aggiungere i testi in digitale, tenendo in considerazione nei passaggi precedenti di lasciare lo spazio per i dialoghi. Per questo è sempre meglio disegnare tenendo sotto mano il copione.

Ora che il fumetto è terminato è importante non dimenticarsi di titolo e copertina (questi possono essere realizzati in qualsiasi fase della produzione, ma, se non si hanno idee, alla fine della realizzazione si avrà una buona conoscenza della storia e di quello che racconta, in modo da poter creare un titolo e una copertina coerenti con l’opera).

C’è poi un ingrediente che non bisogna dimenticare: il divertimento. Disegnare un fumetto deve essere qualcosa di piacevole e appassionante, anche perché è difficile realizzare un buon progetto se non ci si mette il cuore.

E cosa fare una volta concluso il lavoro? Se non sapete come pubblicarlo o semplicemente non ve la sentite ancora, una buona alternativa è partecipare a dei concorsi. In questo caso https://www.concorsifumetti.it/ potrebbe fare per voi. Si tratta di un sito che ha come scopo quello di donare visibilità agli artisti italiani, organizzando concorsi settimanali, mensili e speciali. Anche i fumettisti dilettanti sono ben accetti e i premi in palio sono materiali per il disegno, fumetti e altro. E’ un modo per spingere tutti gli aspiranti fumettisti a darsi da fare e avere un’occasione di fare leggere le proprie creazioni a un pubblico piuttosto numeroso e a giudici esperti, con la possibilità di vincere materiale per dedicarsi alla propria passione.

Giacomo Bevilacqua: autore di numerosi fumetti tra cui “A panda piace”

Se leggendo questo articolo vi siete appassionati di fumetti , potreste pensare di partecipare a una delle fiere che si tengono in tutta Italia, da poco iniziate con il Romics, che si è svolto dal 30 settembre al 3 ottobre a Roma. I prossimi eventi saranno:

  • Lucca Comics 2021 –  dal 28 Ottobre al 1° Novembre 2021
  • Xmas Comics & games 2021 (Torino) – 11 e 12 dicembre 
  • Festival del fumetto (Milano) – 29 e 30 Gennaio 2022 
  • Comicon (Napoli) – dal 22 al 25 Aprile 2022
  • Etna Comics (Catania) – dal 1° al 5 giugno 2022

In queste occasioni potrete incontrare fumettisti esperti e partecipare a conferenze ed eventi interessanti, ma non solo…E per saperne di più, qui su Terza Pagina vi racconteremo l’esperienza del Lucca Comics 2021!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *