Vorrei che questi giorni durassero un anno

Quasi Maturi

di ALESSANDRO PUERARI – Beh, sta finendo questo viaggio e alle 23:25 di un giovedì sera mi sento di buttare giù due parole. È difficile spiegare come sto vivendo questa maturità perchè è stato un anno di tira e molla. Nonostante questo penso di avere legato con i miei compagni molto più degli anni scorsi. La quinta superiore è speciale, va goduta. Noi purtroppo questo privilegio di goderci ogni giorno di scuola non ce l’abbiamo avuto, ma nel periodo finale in cui finalmente siamo tornati in presenza abbiamo cercato di vivere più momenti possibili insieme.

Ogni giorno cerchiamo di organizzare qualcosa per sfruttare il poco tempo rimasto tra i banchi. Tra la preparazione alla maturità, simulazioni d’esame, test universitari e ultime verifiche sentiamo il bisogno di vivere quei momenti che ci sono stati tolti. C’è da dirselo, la scuola è sì il luogo in cui si studia e si matura, ma è anche luogo di relazioni, emozioni, amicizie e ricordi che rimango per sempre. Ecco noi ci stiamo costruendo da soli, senza aiuti, questi ricordi. Abbiamo organizzato una giornata “pazza” dove ci siamo vestiti nei modi più strani. Intervalli dove i nostri professori hanno preparato merende per tutti. Sfide di ping pong, calcetto, grigliate, pallavolo contro i prof. Con i docenti e la scuola ormai c’è un rapporto che va oltre il professionale, è quasi un’amicizia.Vogliamo VIVERE questa quinta. 

Giusto ieri sera attorno ad un tavolo con i miei compagni pensavamo che anche se facciamo i bulli e ci sentiamo invincibili, l’ultimo giorno di scuola la lacrimucia cadrà. Le emozioni sono tante: da una parte un grosso dispiacere dal sapore malinconico di abbandonare questa scuola, dall’altra la carica e la voglia di scoprire cosa ci aspetta fuori dal portone del Vida. 

Camminando nei corridoi in questi ultimi giorni da liceale penso ai momenti passati, positivi e negativi. La maggior parte delle volte si fa tutto di fretta e non si vede l’ora che finisca la settimana per togliersi dal pensiero certe maledette verifiche. Purtroppo ora invece vorrei che questi tre giorni  durassero un altro anno, voglio godermeli, voglio stare con i miei compagni, ho bisogno di mangiare ancora quelle squisite focacce, insomma mi dispiace che tutto questo finisca.

Per ora però voglio veramente solo assaporare  questi tre ultimi giorni del nostro Vida che tanto amiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *