UNA PASQUA…REALE

Editoriali

di DON MARCO D’AGOSTINO* – In questi giorni, ascoltando molte persone, mi è venuto da chiedere a qualcuno: “Lei, come la vorrebbe questa Pasqua?”. Le risposte, naturalmente, sono state le più varie: luminosa, senza malattie, che ci faccia ritornare alla vita di prima, a scuola, con abbracci e baci… Tutte cose vere. Speranze che sembrano dover attendere ancora un po’ di tempo.

Poi, per non peccare di moralismo, ho rivolto a me stesso la domanda. Tale e quale. Io, come la vorrei? E mi sono dato questa risposta: desidero una “Pasqua reale”, ancorata a ciò che stiamo vivendo, pur nella sofferenza e nella risurrezione, nella croce e nella luce, nel dolore e nella gioia, nel lutto e nella solidarietà. Una Pasqua coi “piedi per terra”, col suono delle ambulanze e il silenzio assordante delle scuole chiuse, con la fatica di riprendere e un desiderio di bene che va ascoltato e colmato.

Quando Ariosto tratteggia la “rabbia” crescente di Orlando, protagonista del suo poema cavalleresco, scritto nel 1516, la spiega come il contenuto di un anfora molto grande che non può uscire del tutto, perché la bocca dell’anfora stessa è troppo piccola. Avrebbe voluto farla uscire tutta, ma era frenato dall’imboccatura troppo stretta. Se, al posto della follia e della rabbia, la nostra vita coltiva, matura, medita, si prepara, ad una gioia grande, allora sarà veramente Pasqua. Non da calendario, il 4 aprile. Ma una Pasqua autentica. Per chi crede il Signore è risorto, è uscito da quel sepolcro che era troppo “stretto” per lui.

Per chi fatica a credere o ha chiuso un discorso con il Cielo, la Pasqua sia motivo di speranza per una vita differente. Per tutti la voglia reale di ricominciare. Non a caso. Ma con la bellezza di chi sa amare. Sempre. Tutti. Ad ogni costo. Come il Crocifisso Risorto ci insegna. E come la tenacia e la carità di tanti, anche oggi, ci ricordano. Buona Pasqua, a ciascuno, con amicizia e stima per tutto il bene che riceviamo e sappiamo condividere.

* rettore del Seminario di Cremona e del Liceo “G.M. Vida”
Foto di copertina di Sr. Maria-Magdalena R. da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *