Perenne attesa

COVID-19

di MATTIA GEREVINI (4A Classico) – Si torna a casa da scuola, iniziando già a pregustare le vacanze di carnevale, poi da un giorno all’altro tutto cambia. I giornali e le televisioni iniziano a parlare di una cosa sola: “Il virus Covid-19 è arrivato in Italia e il primo caso si trova nella cittadina di Codogno”.

Poco dopo arriva l’ordinanza di chiusura delle scuole in via precauzionale, i supermercati vengono presi d’assalto e ben undici comuni in Lombardia diventano zona rossa, dove è vietato sia entrare che uscire; la situazione sembra solo peggiorare nonostante i molteplici inviti alla calma delle autorità governative. I virologi nel mentre ripetono come un mantra che “per vedere la portata del contagio bisognerà attendere”.

Quindi noi tutti attendiamo, ogni giorno.

Attendiamo le molteplici conferenze stampa affinché ci informino della situazione, attendiamo le edizioni dei telegiornali, attendiamo le nuove disposizioni del ministero della sanità, attendiamo di sapere cosa fare.

In questa perenne attesa noi comuni cittadini possiamo solo guardare con orgoglio a tutti coloro che decidono di non attendere, ma di mettersi in gioco. Guardiamo come esempio tutti quei volontari, medici ed infermieri che ogni giorno sopportano turni interminabili per aiutare più persone possibili senza che questo purtroppo basti.

In questa perenne attesa c’è chi è spaventato, chi teme di essere malato, chi aspetta di sapere notizie riguardo ai propri cari in ospedale, chi si ingegna per non far spaventare i propri figli, chi va a lavorare perché necessario, chi si rifugia nell’ozio o nel sonno per sfuggire all’ansia.

Tutti noi, studenti e non, siamo uniti in questa snervante, fredda e lunga attesa, ma non dobbiamo farci vincere da tutti i pensieri negativi che ci porta: bisogna avere speranza e fiducia nel domani, perché solo tutti insieme, rafforzati da uno spirito forte, potremo porre fine a questa attesa e sconfiggere questa subdola malattia una volta per tutte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *